Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_lusaka

Storia

 

Storia

 

Fin dalla sua indipendenza, lo Zambia intrattiene con l’Italia tradizionali vincoli di amicizia, che si sono ulteriormente intensificati negli ultimi anni.
L’Ambasciata italiana è stata una delle prime ad aprire i battenti dopo l’indipendenza del paese ed un Ambasciatore italiano risiede ininterrottamente a Lusaka dal maggio 1966.
Soprattutto negli anni ’70 e ’80, l’Italia ha fornito un contributo determinante nello sviluppo del paese. Numerose aziende quali AGIP, Fiat, Alitalia, Impregilo, Astaldi hanno operato a lungo in Zambia, richiamando una consistente comunità italiana.
Oggi la comunità residente è limitata nel numero (circa 500 persone), ma ancora attiva in diversi settori (edilizia, industria agricola ed alimentare, materiali per costruzione).
L'Italia è il quinto contribuente al Fondo Globale per la Lotta contro l'AIDS, la Tubercolosi e la Malaria, a conferma dell'impegno umanitario che si sta fornendo ad un paese gravemente colpito dalle piaghe della povertà e dell'AIDS. Nel paese operano anche ONG (si veda, in proposito, la parte relativa alla "cooperazione allo sviluppo").



86